Riforma elettorale del 4 dicembre 2015

riforma elettorale del 4 dicembre 2015

Il focus della Riforma Costituzionale è il cambiamento, ma realmente cosa muterà? Quale sarà la sorte dell 'Italia dopo il 4 dicembre.
Complessivamente ha votato il del corpo elettorale Domenica 4 dicembre dalle ore 7 alle ore 23, si sono svolte le operazioni di voto per il ' Riforma costituzionale 2016 - Il Referendum': on line il dossier.
Il terzo referendum costituzionale nella storia della Repubblica Italiana ebbe luogo il 4 dicembre quando la maggioranza dei votanti respinse Dopo l' approvazione del progetto di legge costituzionale, parlamentari di entrambe le In particolare, con la scelta del 4 dicembre si allungò la campagna elettorale, dando. Bersani: Voto SI se Renzi rottama Italicum entro il 4 dicembre

Riforma elettorale del 4 dicembre 2015 - party

La riduzione dei costi della politica. Altri rispondono a questa critica spiegando che se Renzi non fosse stato il primo a farlo, sarebbero stati i principali partiti politici di opposizione a descriverlo come un voto a favore o contro Renzi. Cosa prevede la riforma del Senato, che deve ancora passare dal referendum. Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. Menu principale Home Ministero Temi Servizi on line Sala stampa Viminale. Scissione PD: vediamo favorevoli e contrari. riforma elettorale del 4 dicembre 2015

Riforma elettorale del 4 dicembre 2015 - lifenews compogo

Nati dem per No. Per tutta la XVI legislatura , tuttavia, tale proposta non venne mai esaminata. Ciao Slimane, da quello che ci risulta i cittadini comunitari possono votare alle comunali e alle elezioni europee ma non al referendum. La riforma non li introduce, ma rinvia a una legge costituzionale la loro possibile introduzione. Riforma del Titolo V. Andrea Lorenzelli ha detto:. Nel referendum confermativo, detto anche costituzionale o sospensivo, si prescinde dal quorumossia si procede al conteggio dei voti validamente espressi indipendentemente se abbia partecipato o meno alla consultazione la maggioranza degli aventi diritto, a differenza pertanto da quanto avviene nel referendum abrogativo. Creaf: oltre al danno la beffa. Partito dei Comunisti Italiani PDCI. L'inerzia del PD in tema di sviluppo turistico. Chi intende andare a votare, deve recarsi al proprio seggio di appartenenza nella giornata di domenica, tra cinque giorni esatti.